E’ di nuovo lunedì mattina. Flora si sveglia di soprassalto: anche oggi ha posticipato la sveglia senza rendersene conto ed e già tardissimo. Salta fuori dal letto e cerca di legare la massa ingarbugliata che ha in testa, mentre con una gamba già infilata nei pantaloni, saltella per la stanza cercando di non perdere l’equilibrio. Senza alcun freno d’indecisione indossa le sue sneakers più comode. Le lega con un doppio nodo, per non correre il rischio che si slaccino per strada facendole perdere minuti preziosi: sa già che dovrà correre per arrivare a prendere la metro in tempo. Afferra al volo il suo zaino, pratico compagno di lunghe giornate nel caos di una grande città, e subito schizza fuori di casa saltando i gradini a due a due.

La nostra Flora programma sempre pasti equilibrati per una salute al top, facendo ogni sera dichiarazioni di buoni propositi per una dieta disintossicante. Eccola che già elenca i 10 toccasana per superare il cambio di stagione, tra semi di zucca, quinoa rossa e mirtilli. Nella fretta di ogni giorno però, non riesce mai a fare colazione! Sa già che, come ogni mattina, anche oggi le toccherà affidarsi al negozio di centrifughe della stazione: un bel beverone con zenzero, arancia e limone è il modo migliore per dimenticare la stanchezza e affrontare meglio la brezza marzolina, mettendosi al riparo da raffreddori indesiderati.

Babasucco - Detox - lifestyle - COFFEEDENTIAL

Con il succo miracoloso in mano, segue il flusso di persone in attesa del prossimo treno. Salta sù e finalmente riprende fiato con un sospiro di sollievo. Anche questa volta ce l’ha fatta. Adesso che è al sicuro, almeno per una ventina di minuti, si può rilassare tuffandosi tra le pagine del suo libro del mese: ha comprato una bellissima edizione del suo classico preferito. Malgrado conosca la storia a memoria, non può fare a meno di perdersi tra quelle pagine.

Pinguin classics - Detox - lifestyle - COFFEEDENTIAL

Neanche il tempo di uscire dalla stazione ed ecco che improvvisamente comincia a piovere. Eppure c’era il sole proprio un attimo fa. In questa città le sfide non finiscono proprio mai, bisogna essere sempre pronti a sopravvivere! La nostra Flora lo sa bene, e dato che si conosce e sa già che l’ombrello dimentica sempre di portarlo con sè, ha ben pensato di attrezzarsi con una mantella impermeabile. Grazie a questo cappuccio colorato che la ripara da tutto, si sente proprio un’eroina urbana, immune agli scherzi del tempo.

Urban streetwear - lifestyle - COFFEEDENTIAL

Dopo tutte queste peripezie, la giornata di lavoro si può quasi considerare rilassante in realtà. Flora neanche se ne rende conto, che è già nuovamente sulla metro verso casa. Sfinita, si prepara una tisana per riscaldarsi un po’ e s’immerge nella vasca per le sue coccole quotidiane: uno scrub ai fichi con cristalli di zucchero per rinvigorire la pelle, una fresca maschera alla menta per ridare luce e rinforzare i capelli spenti dal grigiore invernale e qualche candela sparsa qua e la per dimenticarsi di tutta la settimana che ha ancora da affrontare.

Beauty - lifestyle - COFFEEDENTIAL

Words Chiara Gallitto Images Diletta Guglielmino

Monday morning already. Flora instinctively opens her eyes: she had postponed the alarm without realizing it, and now it’s already too late. She jumps out of bed and tries to tie her tangled mass of hair, while, with one leg already tucked in her trousers, she bounces around the room trying not to lose her balance. Without hesitation, she slips into her most comfortable pair of sneakers,fastens the laces with a double knot so as not to run the risk that they’ll come undone along the way, making her  lose precious seconds: she already knows she will have to run to get the tube in time. She grabs her backpack, inseparable and practical companion for those long days in the chaos of a big city, and just squirts out of the house, taking the stairs two by two.

Our Flora alway tries to plan well balanced meals in order to stay healthy and every night makes statements regarding her good intentions for a detox diet. Give her a chance and she’ll list ten panaceas for overcoming problems related to the change of season, including pumpkin seeds, red quinoa and blueberries. However in the daily life rush, she hardly ever succeeds to have breakfast at home! She knows that, as every morning, she will buy a fresh centrifuge in the shop close to the station. A refreshing ginger, orange and lemon juice is the best way to forget the fatigue and to better face this spring breeze,with its risks of unpleasant colds.

With the miracle juice in hand, she follows the flow of people waiting for the next coming train. As it pulls up she jumps on it and finally catches her breath with relief. Now that she’s safe on board, she can relax for at least twenty minutes by diving in the pages of her book of the month. She has bought a beautiful edition of her favorite classic and despite she has read and re read the story, she really can’t help loosing herself through those pages again. Not even the time to get out of the station that it suddenly starts to rain. Yet it was sunny just a moment ago. This city is really a never ending challenge; one must always be prepared for anything and everthing if one wants to survive!

Our Flora is not only smart but dynamic. She knows to expect the unexpected and, since she knows that she will always forget to take her umbrella, she thinks it better to always carry in her backpack her k-way. With her colored cap to protect her, she really feels like an urban heroine, immune to unexpected surprises from the weather. After all these ventures in getting to work, you would almost say that the working day in itself was, in some ways relaxing. The time has not even passed to realize this, that Flora is already on the train again returning back home. Exhausted, she prepares herself a herbal tea so as to warm up a bit and drifts off with her thoughts cuddling herself on the coach: a figs’ scrub with sugar crystals to levigate the skin, a fresh mint mask to give new life to her hair which has been damaged by winter’s greyness, and a few candles hither and thither to forget about the rest of the week that yet has to come.


Text and concept by Chiara Gallitto graphics by Diletta Guglielmino